Portoferraio
Capoliveri
Marciana
Campo nell'Elba

Click's

Google

Porto Azzurro
Rio nell'Elba
Rio Marina
Marciana Marina

Articoli Recenti

www.elbasport.com raddoppia: Elba 97+ Campese

Marina di Campo - Contenti per il cambio in Comune a Marina di Campo, con la grande vittoria di Lorenzo Lambardi, contenti per la vittoria di Ferrari a Portoferraio abbiamo deciso di cambiare clichet.

RIMANE IL GRAZIE ALL'ELBA 97 CHE RIMANE LA NOSTRA SOCIETA' DI RIFERIMENTO; PRESTISSIMO  SEGUIREMO ANCHE  LA CAMPESE.

RICORDIAMO IL NOSTRO CONTATTO PER TUTTI VOI: Mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Tel.cell. 333.4898778 Fax 0565.977433.

 

Cronaca: Avvertenza: da questo momento vige il divieto di riproduzione di qualsiasi contenuto pubblicato su www.elbasport.com 

Avvisi

Elba Bed & Breakfast
dai Balleri

 

Editoriale

Clamorosa e drammatica svolta in India
PER I DUE MARO' CHIESTA LA PENA DI MORTE ; ADESSO MASSIMILIANO LATORRE HA ACCUSATO UN ISCHEMIA ED E' RICOVERATO IN OSPEDALE
...E DUE INDIANI VIVONO COMODAMENTE AL LENTISCO: CAMPESI  GENTE ITALIANA ….FACCIAMO QUALCOSA
Andrò  in Comune a chiedere spiegazioni e rivoglio lo striscione "Pro Marò" sul terrazzo del Sindaco.


Marò, figlia di Latorre: Mio padre ha avuto un'ischemia

(ANSA)Roma, 1 set. (LaPresse) - "Ha l'ischemia...". Lo afferma Giulia Latorre, figlia del Marò Massimiliano Latorre che ieri pomeriggio ha accusato un malore ed è stato ricoverato nel dipartimento di neurologia di un ospedale di New Delhi, sul suo profilo Facebook nei commenti al suo post in cui aveva scritto:

    "Si è vero mio padre sta in ospedale perchè non sta bene ed ha avuto una mancanza. Ma voi Italia di **** fateli restare lì un altro po'! Vi preoccupare di portare qui gli immigrati che bucano le ruote perchè vogliono soldi e non vi preoccupare dei vostri fratelli che combattono per voi, e alcuni perdono la vita. Complimenti Italia, ci state portando alla morte per tante cose!".

E poco dopo, in un altro post, Giulia aggiunge:

    "Giusto dopo due giorni che partono i figli succede questo. E l'Italia li lascia ancora li a tal punto di farli ammalare. Bravi bravi!!!".

Il fuciliere di marina Massimiliano Latorre, trattenuto in India insieme al commilitone Salvatore Girone, ieri pomeriggio ha accusato un malore ed è stato ricoverato nel dipartimento di neurologia di un ospedale di New Delhi, dov'è tuttora in osservazione. Lo ha reso noto il ministero della Difesa.

I sanitari si sono dichiarati soddisfatti di come ha reagito alle prime cure. Il ministro della Difesa, Roberta Pinotti, è andata in India per accertarsi di persona delle sue condizioni ed essere vicina ai Marò e alle loro famiglie.



Di Stefano Ballerini

Marina di Campo- Sgomento apprendo del malore avuto dal NOSTRO VALOROSO MARO' IN INDIA: UN ISCHEMIA CHE LO HA COSTRETTO AL RICOVERO IN OSPEDALE…
 Questo dopo quello che da Italiano vero ho letto letto nei giorni scorsi  con drammatica apprensione  quanto apparso poco fa su un agenzia di stampa;il Governo Indiano avrebbe  appena chiesto la pena di morte per i nostri Marò !!

*l ministero dell’Interno indiano ha ordinato che venga applicata la terribile legge anti pirateria contro i marò, che prevede la pena di morte per impiccagione.
maro
Non ci sono ancora conferme ufficiali, ma la notizia è stata resa nota dal Times of India, uno dei giornali indiani più attendibili.
Una minaccia gravissima, che già la scorsa settimana aveva convinto l’Italia a presentare una petizione alla Corte suprema per sventarla. Se verrà confermata l’applicazione della legge («Sua Act») con la pena di morte sarà l’ennesimo oltraggio politico al nostro Paese dettato da ragioni di politica interna indiana in vista delle elezioni nazionali di primavera. Non a caso la richiesta di affidare le indagini su Massimiliano Latorre e Salvatore Girone alla Nia, la polizia antiterrorismo, che vuole applicare la legge del patibolo, era arrivata dal Bjp, il partito nazionalista indù favorito nei sondaggi.
Ieri presso la Corte suprema, l’accusa ha ammesso che ci sono divergenze all’interno del governo, fra Esteri ed Interni, su quale legge applicare nel caso dei marò. La Corte ha dato tempo fino al 3 febbraio per dirimere il caso e «dare una risposta coerente» formulando le imputazioni definitive. Poche ore dopo è arrivata la notizia del via libera della legge che prevede la pena di morte. In realtà la fonte della Nia aveva rivelato venerdì sera al Times of India il via libera del ministero dell’Interno, ma si attendevano le mosse della Corte suprema.
«Per noi il “Sua Act”è una linea rossa inaccettabile» ripete Staffan De Mistura, inviato speciale del governo italiano. Alla stessa Corte suprema verrà chiesto di pronunciarsi per fermare la minaccia. Se non bastasse contro il «Sua Act» il governo sarebbe finalmente pronto a non riconoscere la giurisdizione indiana chiedendo l’arbitrato internazionale. Altre ritorsioni sono in cantiere come il blocco del negoziato di libero scambio fra Ue e India.
Un’altra possibilità è che le indagini passino dalla Nia, di fatto obbligata ad applicare il «Sua Act», alla polizia Cbi, che invece utilizza il codice penale indiano con una gamma di pene al di sotto di quella capitale, in caso di omicidio.
«Staremo a vedere cosa succede, ma per il governo la data che rappresenta un solco è quella del 15 febbraio, quando i marò saranno trattenuti in India da due anni» spiega De Mistura al Giornale. Non si sbilancia su cosa bolle in pentola, ma l’impressione è che in assenza di svolte positive la fallimentare linea morbida, che ci ha portato in un pantano giudiziario, verrà abbandonata. Da Bruxelles, il ministro degli Esteri, Emma Bonino, ha ribadito che «indubbiamente, se a due anni dai fatti, non si è neppure in grado di stabilire un capo di accusa, risulta evidente che si tratta di una violazione di qualunque idea di giustizia adeguata».
Al momento, però, il pericolo concreto, mille volte ufficialmente smentito, è l’applicazione della legge che prevede il patibolo. Il «Sua Act» è inequivocabile su un punto cruciale: chi in mare «causa la morte a qualsiasi persona deve essere punito con la morte». Se viene provata la colpevolezza non c’è l’alternativa dell’ergastolo o altre pene. Non solo: i marò rischiano anche la libertà provvisoria su cauzione. E la legge anti pirateria ribalta l’onere della prova sull’imputato, ovvero i fucilieri di Marina.
Domenica dovrebbe partire per l’India una delegazione parlamentare per far visita a Latorre e Girone. Si spera che a Delhi incontrino pure i deputati indiani. E magari potrebbero cercare di far cambiare idea all’opposizione nazionalista, che vuole la testa dei marò.


Ma qui a Campo c' è un  nuovo mistero: Questo signore nella foto dimora e vive liberamente al Lentisco insieme ad un altro indiano.
Ci chiediamo: chi gli ha fatti venire, chi ha accettato la residenza a Campo ( Segnini o Lambardi)? Di cosa vivono, che lavoro fanno, chi frequentano ? Ci si può fidare ? Chi li controlla ? .
E' UNA COSA BESTIALE !!!
2 NOSTRI VALOROSI MARO'  PRESI IN GIRO, INGANNATI, VIVONO ( come vivono da ostaggi da quasi 3 anni in India…) OSTAGGI IN INDIA E ADESSO SI SENTONO DAVVERO MINACCIATI DI MORTE e 2 Indiani vivono liberamente qui a due passi da noi e ce li troviamo in mezzo tutti i giorni ???
Domani andrò in Comune a chiedere spiegazioni al Sindaco Lambardi richiedendo anche la ri-esposizione dello striscine PRO MARO'  dal terrazzo della sala Consiliare.
MA SIN DA ADESSO LEVO UN GRIDO DI PROTESTA: VERGOGNA…VERGOGNATEVI…. GOVERNO COMUNISTA VERGOGNATI  !!!!.  Bonino e Monti fatti ostaggi e spediti in India in cambio dei 2 Marò !!!
Italiani, campesi ribelliamo

Login

Tabellone

Speravamo di potervi svelare stamattina il nuovo organigramma dell'Elba 97 Volley /F

IL PRESIDENTE PUCCINI:" DEVO ASPETTARE L'ARRIVO SULL'ISOLA DELLE NUOVE RAGAZZE; DOMANI DOVREBBE ESSERE IL GIORNO BUONO".

Comunque è ufficiale il "distacco" dopo 2 anni di Romy Flores.

Marina di Campo- Pur essendo già iniziati gli allenamenti in sede, in vista della prossima seconda stagione in Serie C dopo la brillantissima ed anticipata salvezza colta nello scorso campionato disputato da matricola, in casa Elba 97 si aspetta "frementi" di conoscere ufficialmente i nomi dei  2-3 nuovi arrivi che dovrebbero sbarcare domani all'Elba.

Una delle ragazze andrà a sostituire in "cabina di regia" dopo 2 splendidi campionati Romy Flores,che arrivata dalla Calabria dovrebbe tornare forse proprio a Lamezia Terme.   Le altre 2 andranno a rinforzare la rosa delle ragazze di Patrizia Stacchini .

Dunque appuntamento a domani pomeriggio per la nuova prima ufficiale foto di gruppo